Pesticidi, gli specifici

Spread the love

insetticidi

Oltre a quelli che abbiamo già visto nell’articolo “Pesticidi, capiamo i modi in cui agiscono” esistono altri tipi ancora di pesticidi:

Acaricidi: sono prodotti chimici speciali usati per eliminare tutti gli apparte­nenti alla famiglia dei ragni, che sono parti­colarmente pericolosi per le piante d’appar­tamento e soprattutto difficili da eliminare, come il ragnetto rosso. I più potenti acarici­di, utili anche contro bruchi e insetti mina­tori, sono limitati all’uso commerciale, ma alcuni di loro, che hanno anche proprietà insetticide, vengono usati per le piante d’appartamento.

Nematicidi: anche questi prodotti chimi­ci sono specialistici e sono stati indicati in particolare per eliminare i nematodi (vermi) come le anguillule. Le anguillule sono vermi microscopici che vivono nei tessuti malati delle piante; i nematicidi sono forte­mente tossici; pertanto, in genere,

questo prodotto non è disponibile per tutti, ma è riservato ai coltivatori professionali.


Afidicidi: prodotti particolarmente adatti contro gli afidi, come i pidocchi verdi e i moscerini bianchi; alcuni sono specializ­zati solamente contro gli afidi.

Questi ultimi sono particolarmente indicati per le piante da fiore che hanno maggiori probabilità di essere infestate da tali insetti. La loro pro­prietà è di essere innocui per farfalle e api e per quegli insetti utili come le coccinelle che fanno del loro meglio per liberare le piante dagli afidi.

Ci sono, comunque, molti altri afidicidi adatti per piante da foglia che agiscono anche come insetticidi generali e possono combattere molti altri insetti.

Molluschicidi: sono utili per com­battere animali come le chiocciole o le lu­mache, che non sono di solito una grande minaccia per le piante d’appartamento, ma che recano pur sempre danno in quanto si cibano di giovani foglie. Tali animali sono difficili da scoprire perché cercano rifugio durante il giorno nelle fessure della compo­sta per poi cibarsi delle parti tenere della pianta durante la notte. I molluschicidi, sotto forma di esca solida velenosa che viene mescolata nella superficie della com­posta, oppure liquida, che vengono cospar­si sul tessuto della pianta, limitano molto efficacemente l’azione di questi animaletti.

Fungicidi: è un gruppo di prodot­ti chimici molto utile, che serve a controlla­re la comparsa e la diffusione delle ‘muffe‘, malattie causate da funghi che colpiscono le piante d’appartamento provocando macchie sulle foglie, marciume di gambi e radici e altri gravi danni. Non tutti i funghi uccido­no le piante, anzi qualcuno provoca danni apparentemente lievi ai tessuti vegetali; tuttavia possono seriamente ridurre il vigo­re della pianta la cui crescita diventa stenta­ta. È comunque meglio utilizzare i fungicidi come misura preventiva.

Lascia un commento