Pesticidi, impariamo a conoscerli

di Redazione

L’argomento pesticidi è molto complesso e può ingannare anche il più esperto giardi­niere. Sono ormai passati i giorni in cui c’era un solo prodotto chimico, il DDT, che sembrava risolvere ogni problema. Oggi è disponibile un vero e proprio arsenale estremamente sofisticato per affrontare tut­te le possibili infestazioni dei parassiti ani­mali e vegetali che insidiano le piante non solo d’interesse agricolo ma anche coltivate in appartamento.

Il termine ‘pesticida’, in­fatti, designa tutta una serie di prodotti chimici che hanno usi specifici o generali. Tali prodotti comprendono la vasta catego­ria degli insetticidi e quei composti adatti a combattere ragni, vermi, pidocchi, chiocciole, funghi, che sono tra i nemici più frequenti per le piante da vaso.

Come molti prodotti chimici,

i pesticidi sono quasi tutti tossici, in particolare sono dannosi per l’uomo e gli animali e, se ado­perati in dosi errate, anche per le piante.

La tossicità non sempre è espressa dalla vele­nosità diretta del composto, dato che molti pesticidi, se hanno tendenza all’accumulo, possono risultare tossici anche per esposi­zione ripetuta a dosi subeffettive.

In proposito,

  1. quando vengono adoperati bisogna usare sempre guanti da giardiniere;
  2. evitare di somministrare polveri e aerosol quando c’è anche solo un po’ di vento;
  3. eliminare immediatamente l‘acqua di scolo delle piante;
  4. le persone allergiche devono fare molta attenzione;
  5. le confezioni debbono essere tenute lonta­no dalla portata dei bambini.

Iniziamo con il conoscere più approfonditamente “Gli Insetticidi“:

è il gruppo più numeroso tra i pesticidi e comprende prodotti chimici con azione ge­nerale, cioè attivi su di una vasta gamma di insetti (come lo era un tempo il DDT, oggi poco usato per la sua elevata pericolosità) e prodotti speciali, attivi solo contro determi­nati insetti (insetticidi specifici).
Di loro interessa:

  • la più o meno rapida eliminazione;
  • la tossicità per le piante, gli animali, l’uomo;
  • le modalità di impiego (liquido, solido, aerosol);
  • la dose minima efficace.

Il loro uso richiede quindi atten­zione, prudenza e scrupoloso attenersi alle indicazioni riportate sulle confezioni.

Gli insetti­cidi svolgono in vario modo la loro azione, e su questa base vengono suddivisi in quattro categorie:

  • per inge­stione
  • per contatto
  • fumiganti
  • sistemici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.