Le piante antinquinanti (prima parte)

di Daniela

Le piante antinquinanti

Le piante da appartamento non servono solo ad abbellire la casa o a renderla più accogliente: ci sono molte piante utili ad assorbire le sostanze inquinanti che sono naturalmente presenti negli ambienti chiusi. Anche se può sembrare strano, negli ambienti chiusi, compresi quelli in cui si pensa che l’aria sia salubre, ci sono degli agenti inquinanti propri, appunto, degli spazi delimitati dalle pareti, che però, fortunatamente, alcune piante, contribuiscono a combattere.

Gli agenti inquinanti

Innanzi tutto vediamo quali sono gli agenti inquinanti più diffusi dei luoghi chiusi e ciò che li propaga. Al primo posto ci sono le bioemissioni, cioè le sostanze emesse da persone e animali domestici, come l’anidride carbonica prodotta dalla respirazione e altre sostanze volatili; poi bisogna tener presenti i prodotti usati per la pulizia della casa e quelli per l’igiene personale, in quanto entrambi possono rilasciare ammoniaca.

Ci sono anche le sostanze come formaldeide, xilene e benzene, che vengono rilasciate dal fumo, dalle vernici, dal computer, dalla fotocopiatrice o da materie plastiche; infine, ma non ultimo in ordine di importanza, c’è l’inquinamento esterno che può facilmente penetrare all’’interno con un semplice ricambio d’aria.

Lo studio delle piante in grado di purificare l’aria è iniziato negli anni 80 nell’ambito di alcune esperimenti condotti dalla Nasa, poi le ricerche sono andate

via via intensificandosi; vediamo, quindi, quali sono le piante più efficaci per i diversi tipi di inquinamento indoor, ossia da interno.

Le piante contro le bioemissioni

Le piante che meglio aiutano a contrastare l’inquinamento dovuto dalle bioemissioni sono l’aloe e la sansevieria; l’aloe è particolarmente indicata per la camera da letto, perché produce ossigeno anche durante la notte ed è in grado di assorbire il benzene; anche la sansevieria è adatta alla camera da letto, oltre ad essere l’ideale per gli ambienti molto affollati.

Le piante contro la formaldeide

Contro la formaldeide sono consigliate le felci i ficus; le felci ornamentali sono adatte ad assorbire gli inquinamenti interni di qualunque tipo ma, in particolar modo, la formaldeide; tra le piante del genere ficus, la specie benjamina, oltre ad essere molto diffusa come pianta da appartamento, è in grado di assorbire elevate quantità di formaldeide.

 

Per conoscere quali sono le altre piante antinquinanti, continuate a seguire Pollicegreen nei prossimi giorni; inoltre, per non perdervi neanche un post vi consigliamo di iscrivervi al feed rss e di diventare fan di Pollicegreen su Facebook.

 

[Foto]

zp8497586rq