Siepi: preparazione del terreno e trapianto

di Valentina

Torniamo a parlare di siepi. Questa tipologia di costruzione è pianificata per  durare a lungo e mantenere il suo aspetto compatto e ordinato sul lungo termine. Per tale motivo una delle operazioni primarie affinché tutto vada come deve,  è necessario preparare bene il terreno. E fare in modo tale che il trapianto sia effettuato al momento giusto e con la giusta manualità. Partiamo dalla preparazione del terreno.  Prima di tutto bisogna limitare la striscia che verrà occupata dalla siepe.

E’ consigliato per comodità ed efficienza utilizzare canne di bambù e corda resistente per tale passaggio. Dopo aver preso le misure e delimitato la porzione di terra, bisognerà scavare un fosso largo dai 50 cm ad un metro, e profondo almeno quanto la lunghezza del ferro di una vanga. Aiutati da un forcone sarà poi necessario lavorare il fondo dello scavo effettuato inserendovi della composta matura, della torba o del terriccio di foglie.

Altre sostanze organiche nutrienti dovranno essere messe da parte per richiudere il fosso dopo l’impianto dell’arbusto scelto.  E’ bene regolarsi adeguatamente nella scelta delle piante. E resistere alla tentazione di impiantare immediatamente nella siepe delle piante di grandi dimensioni che sarebbero sì in grado di raggiungere immediatamente l’effetto divisorio che si vuole creare ma che risultano non solo più costose ma difficili da far attecchire. Meglio comprare delle piante più minute, alte dai 30 ai 45 cm che attecchiscono con facilità e con maggiore velocità.

Arriviamo quindi al momento del trapianto: esso deve essere effettuato quando il terreno è umido e di conseguenza più facile da lavorare. Lasciar perdere se è secco o fangoso.  Prendete le piante ed eliminate con le cesoie tutte le radici rotte o danneggiate. Se i vostri arbusti sono stati coltivati in vaso, toglieteli dal contenitore senza per questo eliminare il pane di terra nel quale sono inserire. Piantate le vostre piante a circa 30-40 cm  l’una dall’altra se volete una siepe di almeno un metro di spessore. Controllate, prima di considerare il lavoro finito, se le vostre piante necessitino di potatura.

Commenti (2)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.