Congelare la frutta, il metodo "al naturale"

di Marion

 Quante volte ci è capitato di avere tanta di quella frutta sugli alberi da non riuscire a consumarla tutta? Lo so bene perchè nelle annate favorevoli i miei pochi alberi di agrumi (due mandarini e due aranci) producono tanti di quei frutti che neppure con laute “donazioni” a parenti e amici riusciamo a smaltire completamente.

In questi casi può venirci in aiuto un metodo di conservazione pratico e veloce: il congelamento. La frutta congelata appena raccolta può essere usata in un secondo momento per la preparazione di confetture e marmellate ma anche per essere consumata cruda. Basta conoscere qualche trucco e rispettare alcuni semplici accorgimenti per un risultato perfetto.

La frutta congelata può infatti essere conservata, in sacchetti o contenitori rigidi a seconda del metodo di congelamento prescelto, per circa un anno purchè la temperatura del congelatore rimanga sempre di 18°C. Fanno eccezione la frutta congelata al naturale che deve essere consumata entro otto mesi e le ciliegie che bisogna mangiare entro sei

mesi dal congelamento.

Inoltre la frutta congelata in genere non annerisce; unici frutti ad annerirsi nonostante il congelamento sono pesche, pere e mele che vanno quindi cosparse con un po' di succo di limone prima di essere conservate al freddo.

Ciò premesso vediamo come congelare la frutta al naturale ossia senza aggiungere zucchero o sciroppo e cruda:

Questo metodo di congelamento della frutta (ne esistono altri quattro che vedremo man mano) è adatto a frutti piccoli e succosi quali mirtilli, fragole, lamponi, ribes, ciliegie, fichi e uva spina.

La frutta va lavata e snocciolata (dove necessario naturalmente) e quindi asciugata con della carta da cucina.

I frutti vanno dapprima sistemati in un vassoio di acciaio e quindi riposti in frezeer. Qui bisogna lasciarli un'ora e quindi trasferirli in un sacchetto solo quando saranno induriti.

La frutta congelata può essere conservata in sacchetti solo se la si congela la naturale, gli altri metodi: con zucchero, sciroppo, dopo scottatura o in purè richiedono contenitori rigidi.

zp8497586rq