Cosa piantare nell’orto a febbraio

di Valentina

Cosa piantare nell’orto a febbraio? Ora ve ne faremo un quadro esaustivo ma non dimenticatevi che si tratta del periodo migliore per preparare il vostro terreno anche per le semine primaverili. Tenendo conto che un clima mite può fare davvero la differenza.

Perché vi diciamo questo? Perché dove le temperature non sono tanto basse, le semine nell’orto in febbraio possono essere più variegate e tendenti a quelle che fareste in primavera. E tutto ciò è valido anche per chi coltiva l’orto sul balcone, scegliendo con cura ogni mese le piante alle quali dedicarsi. Certo, va posto un occhio di riguardo nella protezione dal freddo di eventuali piantine, ma niente che non siate in grado di fare.

Cosa seminare a febbraio

Come già anticipato, soprattutto se il clima è mite, la semina potrà essere decisamente più variegata. Non solo ancora le classiche sementi invernali, ma anche alcuni ortaggi primaverili. Semenzai e tunnel caldi sono utili e devono essere presi in considerazione anche in questo mese. Vediamo insieme cosa è possibile piantare nello specifico:

  • Fagioli
  • Fave
  • Indivia
  • Lattuga
  • Melanzane
  • Meloni
  • Peperoni
  • Cavolo cappuccio
  • Cavolfiori
  • Cipolle
  • Piselli
  • Pomodori
  • Porri
  • Prezzemolo
  • Rape
  • Barbabietola
  • Senape
  • Spinaci
  • Timo
  • Valeriana
  • Zucchine
  • Basilico
  • Carciofi
  • Carote
  • Cavolo
  • Ravanelli
  • Rucola
  • Sedano

Cosa raccogliere a febbraio

Se si parla di raccolto, tenendo da conto ciò che si è seminato o piantato nei mesi precedenti, ovviamente esso sarà caratterizzato in particolare dagli ortaggi invernali tipici, dalle crucifere come cavolfiore ed altri tipi di cavoli. Anche le erbe aromatiche non mancheranno:

  • Cime di rapa
  • Finocchi
  • Indivia
  • Porri
  • Prezzemolo riccio
  • Radicchio
  • Ravanelli
  • Barbabietole
  • Broccoli
  • Carciofi
  • Cardi
  • Cavolfiore
  • Cavolo broccolo
  • Cavolo verza
  • Cicoria
  • Rosmarino
  • Rucola
  • Salvia
  • Scorzonera
  • Spinaci
  • Timo
  • Valeriana
  • Zucca
  • Cavolo cappuccio
  • Cavolo nero

Lo ripetiamo: sono discorsi validi sia per l’orto sul balcone che per quello in piena terra. Pur essendo caratterizzati diversamente, entrambi se hanno potuto contare su una manutenzione discreta e sull’impegno del coltivatore sono in grado di dare molta soddisfazione.

Photo Credits | Diana Taliun / Shutterstock.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.