Coltivare l’orto grazie ad un drone?

di Valentina

Che la tecnologia sia entrando con tutto il suo peso nel mondo dell’agricoltura è una cosa ormai chiara a tutti. Ed è un discorso a tutto campo. Cosa ne direste se vi dicessimo che ora si può coltivare l’orto aiutati da un drone?

Non solo quindi OGM ed ingegneria genetica ma anche robotica applicata alle coltivazioni in modo tale da abbattere i costi ed i tempi. Una sorta di strumento per combattere la crisi se ci pensiamo bene anche se presuppone quasi sempre un investimento a monte. Coltivare la terra non è semplice. Sono molti i fattori di cui tenere conto e soprattutto molte le cose da controllare e fare. Pensate ad esempio alla concimazione o alla distribuzione di eventuali antiparassitari. Si tratta di azioni che portano via tempo oltre che fatica. Con il “drone contadino”, è così che viene chiamato, si possono dimezzare i tempi di lavoro, facendo fare a lui alcune operazioni “scomode”, consentendo un recupero di ore non indifferente. Soprattutto se si lavora su terreni molto grandi. Abbiamo fatto l’esempio dell’orto, ma è ovvio che il concetto rimanga lo stesso anche per i fiori e gli alberi da frutto.

Il drone contadino è una delle novità presentate nel corso del convegno “Roma Drone Conference” ed è innegabile che lo stesso rappresenta una innovazione molto importante. I sensori solitamente montati in queste macchine volanti non solo riprenderanno il campo rendendo possibile i controlli con più facilità, ma consentiranno al coltivatore di verificare immediatamente ciò che succede. Passiamo alle note dolenti, necessarie da sapere per chi fosse interessato: per essere utilizzati, i droni, necessitano di copertura assicurativa imposta dalla normativa Enac. I costi annuali non dovrebbero però superare i 370 euro l’anno. Un calcolo pro/contro è necessario, a seconda delle situazioni e del tipo di coltivazione. Ciò non toglie però che come idea di base (già sfruttata tra l’altro con successo, N.d.R.), l’utilizzo di un drone contadino è decisamente furba e fattibile.

Photo Credits | Andriano / Shutterstock.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.