Lavori di novembre in giardino: il punto della situazione

di Valentina

I lavori che eseguiremo a novembre nel giardino rientrano tra i più importanti da condurre. Sebbene molto simili a ciò che facciamo ogni mese per tenere il nostro spazio verde in condizione di essere calpestato ed ammirato, l’avvicinarsi dell’inverno ci obbliga a fare in modo che tutto possa essere lasciato in ordine prima di eventuali gelate o nevicate.

Il verificarsi di queste eventualità atmosferiche porta infatti a non poter eseguire la normale manutenzione del prato, e ci obbliga contestualmente a non “torturare” le piante con interventi che possano metterle in difficoltà. E’ come se anche l’esperto di giardinaggio nei mesi invernali andasse in riposo vegetativo.  Il discorso diventa differente parlando di piante d’appartamento che al contrario, compatibilmente con la loro specie e varietà possono essere seguite e curate adeguatamente.

Tornando a parlare del nostro giardino, senza dubbio il lavoro di novembre da eseguire assolutamente è quello della pulizia. E’ necessario approfittare della prima giornata di sole utile per rasare l’erba aiutandosi con il tagliaerba o il decespugliatore. Più bassi saranno gli steli, maggiore sarà l’ordine che il prato manterrà nel corso dell’inverno. In molte zone di Italia la neve è una realtà frequente ed al disagio naturale dato dall’evento atmosferico non può aggiungersi anche quello di una scarsa pulizia.  Dove possibile, se avete intenzione con l’avvicinarsi della primavera di mettere a dimora nuove piante, potete sarchiare leggermente il terreno ed aggiungere del concime organico a lento rilascio. Il terreno avrà in questo modo la possibilità di assorbire adeguatamente i nutrienti, preparandosi ad accogliere le nuove piantine.

Iniziate a coprire con del tessuto non tessuto le basi di quelle piante che considerate più a rischio per l’inverno e sempre prediligendo una giornata di sole effettuate la potatura su quegli alberi e quegli arbusti che sopportano bene il freddo, verificando ovviamente che abbiamo esaurito la loro fruttificazione.

Photo Credit| Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.