Orto sul balcone: proteggere le erbe aromatiche

di Valentina

Talvolta ci si dimentica che coltivare un orto sul balcone necessiti da parte della persona la stessa attenzione che viene riposta nella gestione dell’orto tradizionale. E il mese di novembre ci ricorda che è arrivato per tutti gli ortaggi ed in particolare per le erbe aromatiche il momento di essere efficacemente protette dal freddo.

Abbiamo visto come coltivare un orto sul balcone presenti in buona parte le stesse “difficoltà” e gli stessi impegni di un’aiuola coltivata in piena terra. E con l’abbassarsi della temperatura l’atto di proteggere le radici e le piantine che abbiamo sul balcone nei nostri vasi diventa di primaria importanza. È possibile in tal senso optare per diverse soluzioni. Si può pensare di costruire delle piccole serre che consentono contestualmente oltre alla protezione anche la possibilità di anticipare alcune colture direttamente nel vaso o decidere di proteggere le proprie erbe aromatiche con del tessuto non tessuto. Questo è un assunto valido sia che si decida di lasciare all’esterno i vasi con le piante, sia che si opti (complice dei recipienti di coltura di piccole dimensioni) per portare le stesse all’interno dell’appartamento ove possibile.

Con il tessuto non tessuto si possono costruire delle coperture che consentono sia di ricoprire la pianta intera o semplicemente di proteggerne le radici da un eccesso di gelo o precipitazioni di differente tipologia. Tutto sta nel valutare bene le opzioni possibili in base all’esposizione delle piante ed alle loro necessità. Basilico, salvia, origano necessitano di essere ben protette dal gelo invernale. Il rosmarino ad esempio riesce a resistere di più alle gelate e dalle piogge battenti. Per esperienza personale posso assicurarvi che per garantire a quest’erba aromatica la sopravvivenza basta semplicemente che la stessa trovi riparo nelle vicinanze di un piccolo arbusto o alberello.

Ricordatevi, ad ogni modo, di agire per tempo nel mettere sotto pressione le vostre piante, in modo tale da poter ricominciare con l’arrivo della primavera a veder germinare ognuna di esse.

Photo Credit | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.