Cucina con i fiori: il risotto ai petali di rosa

di Daniela

Oggi torniamo a parlare di cucina con i fiori con un piatto delicato e gustoso, ovvero il risotto ai petali di rosa. La rosa, regina indiscussa dei giardini di tutto il mondo, diventa protagonista, in questa ricetta, di un risotto dal sapore veramente particolare.

Le rose, di cui abbiamo più volte parlato qui su Pollice Green, comprendono circa 150 specie, moltissime varietà e ancora di più ibridi e coltivar. Oltre al suo uso come pianta da giardino o come fiore reciso, la rosa è molto usata anche in altri campi: i suoi petali sono estremamente versatili e vengono usati dalle aziende profumiere e cosmetiche, oltre che come pianta medicinale per le proprietà astringenti dei suoi petali, quelle sedative e calmanti dei frutti e quelle antidiarroiche delle foglie; a scopo alimentare la rosa è utilizzata per realizzare dolci, primi e secondi piatti e liquori.

Dal punto di vista della coltivazione, la rosa è una pianta che si adatta bene a qualsiasi tipo di terreno, purché ben concimato e profondo; la cura più importante da riservare alle rose è la potatura che deve essere effettuata all’inizio della primavera o alla fine dell’estate dopo la fioritura, a seconda della specie o dell’età della pianta.

Ricetta del risotto ai petali di rosa

Ingredienti

500 g. di riso Carnaroli, 125 g. di burro, 3 cucchiai di petali di rose biologiche o comunque non trattate con pesticidi e fertilizzanti, un litro e mezzo di brodo, due bustine di zafferano, mezza cipolla, mezzo bicchiere di vino bianco

Preparazione del risotto ai petali di rosa

Lavate bene i petali di rosa che avete scelto per il risotto e lasciateli ammollo in una piccola  bacinella di acqua tiepida per 10 minuti; intanto fate sciogliere a fuoco lento il burro e, quando si sarà sciolto, aggiungete la cipolla e lasciatela ammorbidire mescolando.

Aggiungete il riso e fategli assorbire il burro e poi, alzando il fuoco, bagnatelo con il vino, che poi farete evaporare, due mestoli di brodo caldo e le due bustine di zafferano, continuando sempre a mescolare.

Quando il brodo si sarà assorbito, aggiungete altri due mestoli di brodo e ripetete l’operazione per tre o quattro volte: è molto importante verificare di frequente che il riso non si scuocia e se, assaggiandolo, notate che i chicchi sono duri, aggiungete del brodo fino a fine cottura, sempre continuando a girare.

Una volta che il riso sarà cotto toglietelo dal fuoco e condite con un cucchiaio di burro e aggiungete per ultimi i petali di rosa. Lasciate riposare il riso per cinque minuti prima di servirlo in modo da far insaporire bene tutti gli ingredienti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.