Come coltivare il peperoncino in vaso

di Daniela Commenta

coltivare peperoncino in vaso

Il peperoncino è molto semplice da coltivare in vaso ed una pianta con una doppia utilità: oltre ad essere commestibile e quindi utilizzabile in cucina, è anche molto ornamentale. Vediamo come coltivarli al meglio sul balcone di casa.

I peperoncini crescono bene se sono esposti in pieno sole, il terreno deve essere ricco di humus e ben drenato in modo da non far stagnare l’acqua che rischierebbe di provocare il marciume radicale. Il terriccio ideale per coltivare i peperoncini è quello ottenuto mescolando in parti uguali la terra da orto e il terriccio per gerani, e aggiungendo una piccola quantità di stallatico maturo.

Sistemate sul fondo di un vaso di circa 15 o 20 centimetri di diametro, uno strato di argilla espansa oppure di ghiaia, in modo da far scorrere l’acqua in eccesso via dal contenitore; attenzione anche a non lasciare mai l’acqua nel sottovaso. Dalla primavera all’autunno concimate i vostri peperoncini con un fertilizzante per piante da orto; il peperoncino non teme il caldo, bensì il gelo, quindi nelle regioni più fredde durante l’inverno andrà ricoverato in casa preferibilmente vicino ad una finestra soleggiata.

Per quanto riguarda la semina, potete decidere se acquistare i semi oppure le piantine già formate e trapiantarle; calcolate, quindi che dalla semina, servono circa tre o quattro settimane prima della comparsa dei frutti.

google-max-num-ads = "1">