Gioca con i colori nel giardino provenzale

di Valentina

E’ innegabile: la primavera ci mette sempre addosso quella voglia incontenibile di veder rifiorire il giardino come una fenice dalle sue ceneri. Se volete giocare con i colori la soluzione migliore di arredamento da intraprendere è quella del giardino provenzale.

Il giardino provenzale, ve lo ricordiamo, è uno spazio verde caratterizzato da piante mediterranee, rustiche e resistenti. Ma soprattutto colorate. Il contrasto visivo che possiamo ottenere con le piante che sceglieremo di utilizzare è qualcosa che rischia seriamente di togliere il fiato. Partiamo già semplicemente dalle erbe aromatiche. Esse non solo solamente dotate di un profumo incredibile da respirare all’aria aperta ma possono essere davvero piacevoli da osservare grazie ai loro fiorellini colorati. Avete presente il rosmarino? O i fiori di salvia? La natura ci mette davvero molto a disposizione senza chiedere poi tanto se ci pensate bene.

Personalmente posso assicurarvi che se deciderete di inserire nel vostro giardino dell’aglio ornamentale lascerete tutti a bocca aperta davanti alla magnificenza del vostro giardino, voi stessi compresi. Certo, questa tipologia non è commestibile, ma come vi abbiamo anticipato, le sole stesse erbe aromatiche portano a dei contrasti cromatici che non devono essere sottovalutati assolutamente. Timo, verbena, santolina? Possono diventare delle fantastiche bordure. Dovete imparare ad osare.

Se volete un giardino davvero colorato, è questo che dovete fare. I mezzi ci sono.  Potete anche puntare su alcune piante tappezzanti, in modo tale da ricoprire piccoli muretti o dei luoghi che volete rimangano inaccessibili. E non dimentichiamo che possiamo puntare la nostra attenzione anche sugli alberi. Ed in questo caso non si può proprio rinunciare alla mimosa. A meno che non si soffra di allergia nei suoi confronti è un albero che in Italia risulta avere una buona resistenza ed il colore giallo della sua fioritura è una gioia per gli occhi che può capitarci di sperimentare anche più di una volta l’anno. Ve lo ripetiamo: non abbiate paura di osare, noi vi abbiamo indicato solo alcune possibilità.

Photo Credits | Scisetti Alfio / Shutterstock.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.