Niente crisi per la Stella di Natale: prevista la vendita di 20 milioni di esemplari

di gianni puglisi

A Natale, crisi o non crisi, bisogna pensare ai regali: cosa c’è di meglio di una bella Stella di Natale, il fiore natalizio per eccellenza? Deve aver pensato proprio questo la Confederazione Italiana Agricoltori, quando ha pubblicato i risultati di una stima secondo la quale saranno più di 20 milioni le Stelle di Natale che verranno acquistate durante le feste, e che produrranno un utile pari a 210 milioni di euro.

Alla faccia della crisi, dunque? Non è detto; le Stelle di Natale, infatti, hanno un prezzo al consumo estremamente variabile, che può arrivare, sì, a 25 euro, ma che nel caso di quelle piccole può partire dai 2 o 3 euro, un costo, quindi, accessibile a tutti, per un dono di sicuro effetto. Del resto, agli italiani l’ Euphorbia Pulcherrima, questo è il suo nome botanico, deve piacere proprio tanto, visto che l’Italia è al secondo posto, dopo la Germania, per la sua vendita e produzione.

Il successo di questa pianta come fiore natalizio deriva dal fatto che essa fiorisce a dicembre, e ovviamente, per il suo caratteristico colore rosso, anche se in realtà i veri fiori della Stella di Natale sono quelli gialli all’interno, mentre, quelli di colore rosso sono solo delle foglie che assumono questa colorazione in particolari mesi dell’anno.

Solo Stelle di Natale, quindi, nei regali degli italiani? Non proprio; anche se questa sarà la pianta maggiormente commercializzata, e rappresenterà il 90% del mercato dei fiori di questo periodo, sono previsti giri d’affari di circa 80 milioni di euro per l’acquisto di vischio, ciclamini, azalee e agrifoglio: insomma, quell0 2009, si appresta ad essere un Natale decisamente fiorito.

Commenti (1)

  1. La stella di Natale è il regalo più semplice e bello che si possa fare. Io ne ho comprate due e te le tengo ancora.. sono troppo belle. Se volete approfondire sull’argomento e leggere articoli su Green date un’occhiata qui
    it.emcelettronica.com/energie-rinnovabili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.