Significato dei fiori: l’agrifoglio

di Valentina

Quando si esplora il mondo del significato dei fiori non si sa mai cosa aspettarsi. E l’agrifoglio si rivela essere una vera e propria sorpresa. Esso è conosciuto per il suo uso natalizio, per essere una delle piante augurali di questo periodo dell’anno. Il suo significato punta essenzialmente sulle sue caratteristiche fisiche: parliamo infatti di eternità ed aggressività. La prima connotazione viene data dal fatto che si tratta di una pianta sempreverde, mentre la seconda deriva dalle sue foglie estremamente pungenti.

Da sempre, nel corso dei millenni, questa che per noi è una pianta natalizia veniva utilizzata per cacciare gli spiriti maligni e le cattiverie. Veniva impiegata in questo modo sia dagli antichi romani (famoso è il consiglio di Plinio il Vecchio nel primo secolo a.C. di utilizzarlo sulle porte di casa per proteggerla, insieme ai suoi abitanti dai malvagi e dall’invida, n.d.r) sia dai druidi, che la utilizzavano per liberare l’ambiente dagli spiriti non buoni e per guarnire i propri capelli quando presenziavano ai riti sacrificali.

Anche nella cultura occidentale assume questa valenza: avete presente le composizioni “scacciaguai” che si regalano nel periodo di dicembre come beneaugurali per le festività ed il nuovo anno? E’ la tradizione pagana che è giunta fino a noi. Non molti sono a conoscenza che di questa pianta esista anche una varietà tropicale che cresce in Sudamerica. Conosciuta sotto il nome di matè, questa pianta di agrifoglio presenza delle foglie poco spinose, dalla quali si ottiene un ottimo infuso dal potere eccitante dalle foglie seccate e tostate.

A livello storico, l’agrifoglio in epoca romana rappresentava un simbolo dei Saturnalia, la festa dedicata a Saturno. Per non essere perseguitati i romani continuarono ad utilizzarle in modo pagano in quei periodi dell’anno, che coincidevano con il Natale. Fu così che la pianta passò dall’essere un simbolo del paganesimo ad un simbolo cristiano.

Piccole curiosità: in Germania si pensa che un pezzetto dell’agrifoglio utilizzato per abbellire le chiede per le decorazioni possa rappresentare un ottimo “portafortuna” contro lampi e tuoni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.